Di ricordi, confetture e ciliegie

di Niva
0 commento

Potevano mancare le ciliegie fra i prodotti tipici dell’Abruzzo? Assolutamente no!

Le principali zone di coltivazione sono San Giuliano Teatino (Chieti) e Raiano (L’Aquila). Fino agli anni ’60 le ciliegie di San Giuliano erano per lo più destinate all’industria dolciaria, mentre le ciliegie di Raiano sono prodotte sin dal primo periodo pre bellico per essere consumate fresche.

Ho sempre associato le ciliegie a mio nonno. Forse perché da piccola l’ho visto innestare per me una pianta che mi regalasse ogni primavera quelle ciliegie di cui vado pazza; quelle grandi e rosse, quasi nere, che ti macchiano le mani quando le mangi.

Le ciliegie però hanno un difetto: possiamo mangiarle soltanto per pochi giorni ogni primavera. Per portarle con me tutto l’anno, preparo sempre qualche barattolo di confettura di ciliegie che poi uso per fare crostate e cheese cake o magari per accompagnare del formaggio.

Le ciliegie di San Giuliano Teatino, Chetii, Abruzzo

Ricetta della confettura di ciliegie e cannella

Ingredienti per circa 2 vasetti da 250 ml

  • 1 kg di ciliegie di Raiano o di San Giuliano Teatino
  • 300 gr di zucchero
  • il succo di 1 limone piccolo
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

Come fare la confettura di ciliegie e cannella

  1. Lavate le ciliegie, asciugatele e privatele del picciolo e del nocciolo. Poi mettete in una ciotola insieme al succo di limone e allo zucchero e lasciate riposare per qualche ora.
  2. Trasferite tutto in una casseruola e cuocete a fuoco medio per una mezz’ora.
  3. Togliete dal fuoco e aggiungete la cannella. Se preferite una confettura più liscia, potete frullarla con il frullatore ad immersione.
  4. Fate cuocere per altri 10 minuti o fin quando la consistenza non vi sembra quella giusta.
  5. Versate la marmellata ancora bollente nei vasetti sterilizzati, chiudete con i coperchi, capovolgete i vasetti e lasciateli raffreddare in questa posizione per creare il sottovuoto.
  6. Una volta raffreddati, pastorizzate i barattoli.

La confettura è pronta per essere conservata nella vostra dispensa per un anno!

Come pastorizzare vasetti di confetture e conserve

Mettete i barattoli in una pentola con i coperchi ricolti verso l’alto. Ricopriteli con acqua fredda e portate ad ebollizione. Trascorsi 20-30 minuti, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i barattoli nella stessa acqua di bollitura. Quando l’acqua è fredda, togliete i barattoli dalla pentola e lasciateli riposare a testa in giù per qualche minuto.

 

You may also like

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.